Olanda

     
 

Andiamo a sciare

Bentornato Carnevale

San Valentino

Si, lo voglio

Sport e turismo

Viaggi di nozze

 

Aeroporti

Arte e cultura

Enti del Turismo

In libreria

Manifestazioni

Musica

Salute

Solidarietà

Spettacoli

Tour Operator

Trasporti

 

Australia

Austria

Centroamerica

Compagnie Aeree

Costa Rica

Croazia

Crociere

Danimarca

Francia

Giappone

Grandi città

Israele

Lituania

Maldive

Mauritius

Monaco

Olanda

Perù

Repubblica Ceca

Repubblica Dominicana

Singapore

Slovenia

Stati Uniti

Sudafrica

Traghetti

Tunisia

Uganda

 
 

Titolo: cosasifa.it

Pubblicazione: Giornaliera

Direttore : Egidio Genise

Autorizzato con decreto del Presidente del Tribunale di Bergamo n. 33 del 11 Dicembre 2006

 
 

Tra i mulini in bicicletta

In una zona ricca d’acqua, situata nei pressi dell’antica città di Dordrecht e del parco nazionale “De Biesbosch”, in Olanda, si trova il suggestivo borgo di Kinderdijk: 19 mulini, oltre a idrovore, chiuse e bacini, inseriti in un contesto paesaggistico tipicamente olandese: un vero spettacolo che, non a caso, è annoverato nell’elenco dei siti patrimonio mondiale dell’Umanità dell’UNESCO.
I mulini, disposti uno di fronte all’altro, creano uno spettacolo di stampo decisamente olandese, testimone di come il popolo di questa terra interagisce con l’acqua dominandola.
La maggior parte dei mulini collettori fu costruita tra il 1738 e il 1740, con lo scopo di mantenere asciutto il territorio sotto il livello dell’acqua dell’Alblasserwaard. Tuttavia, già prima di allora esistevano mulini che servivano al prosciugamento dell’acqua dai polder. È possibile visitare ancora due di questi mulini e un’idrovora a vapore oggi in disuso. 
Il borgo di Kinderdijk – che in quegli anni si chiamava ancora Elshout – con i suoi tanti corsi d’acqua, dighe, mulini e chiuse, è testimone di come gli olandesi, da circa 1000 anni, affrontano la potenza dell’acqua sfruttandola a proprio vantaggio.
In tempi più recenti la funzione dei mulini è stata rilevata dagli impianti idrovori. Prima tra tutti, l’idrovora a vapore di Wisboom, in cui oggi è stato predisposto un centro visitatori e che ospita all’interno un impianto idrovoro diesel e uno elettrico.
Per chi visita Kinderdijk si consiglia una visita all’interno dei due mulini museo e guardare il filmato dell’idrovora di Wisboom. All’interno delle officine del mulino sono inoltre disponibili guide che spiegano il funzionamento e la manutenzione dei mulini.
La bicicletta è il modo più bello per raggiungere Kinderdijk. Si può percorrere lo splendido itinerario ciclabile della “Molenroute” (l’itinerario dei mulini), che consente di ammirare idilliaci borghi secolari, antichi mulini e un paesaggio unico.

Assolutamente da non perdere è la splendida passeggiata lungo i mulini della Kinderdijk. Nel Mulino storico di Nederwaard, i visitatori possono osservare come funzionano e come vengono costruiti e mantenuti in efficienza i mulini a vento.

Chi desidera ammirare i mulini dall’acqua – un’esperienza da non farsi certamente sfuggire – può optare per un giro sul Canal Hopper “Prins Friso”, che dà la possibilità di salire e scendere in quattro diversi punti del percorso: il giro dura circa mezz’ora

 


Le altre notizie

In vacanza alle Frisone

Tra i mulini in bicicletta

 

 

 

 

Alberghi

Benessere

Lo sapevate che . . .

Parchi

Personaggi

 

Ristoranti

 

Nessun record restituito.
 

Chi siamo

Contattaci

Email

Immagini

 

 

Aeroporti italiani

Agriturismi

Compagnie Aeree

Giochi on line gratis

Governo Italiano

Il Mondo in un clik

La terra dal cielo

L'Italia da vedere

Lotto

Mappe

Meteo

Metropolitane d'Italia

Metropolitane Europee

Motori di ricerca italiani

Motori di ricerca nel mondo

Musica da ascoltare

Orari ferroviari

Oroscopo

Programmi TV

Quotidiani in rete

Sisal

Tabelle alimenti

Tour Operator

Traghetti

Trivago

Turismo

Turismo in Internet

 
 
Copyright 2007 - Cosasifa.it | p.i. : 02252460163

design & creations in Blue line by Pk-web