Australia

     
 

Andiamo a sciare

Bentornato Carnevale

San Valentino

Si, lo voglio

Sport e turismo

Viaggi di nozze

 

Aeroporti

Arte e cultura

Enti del Turismo

In libreria

Manifestazioni

Musica

Salute

Solidarietà

Spettacoli

Tour Operator

Trasporti

 

Australia

Austria

Centroamerica

Compagnie Aeree

Costa Rica

Croazia

Crociere

Danimarca

Francia

Giappone

Grandi città

Israele

Lituania

Maldive

Mauritius

Monaco

Olanda

Perù

Repubblica Ceca

Repubblica Dominicana

Singapore

Slovenia

Stati Uniti

Sudafrica

Traghetti

Tunisia

Uganda

 
 

Titolo: cosasifa.it

Pubblicazione: Giornaliera

Direttore : Egidio Genise

Autorizzato con decreto del Presidente del Tribunale di Bergamo n. 33 del 11 Dicembre 2006

 
 

Le “rughe” del Gawler Ranges Park

Incombenti formazioni rocciose, prodigi della natura plasmati dalle condizioni atmosferiche, e i segni dello scorrere del tempo racchiusi in panorami che sembrano appartenere a un mondo sconosciuto.
Tutto questo è il Gawler Ranges National Park, la mecca degli esploratori dell’Outback a nord della Eyre Peninsula in South Australia.
Le sue “rughe” sono state scavate da 1.500 anni di storia, con le formazioni rocciose vulcaniche sbucate dalla terra seguendo il disegno casuale della natura. Questa porzione di Outback è un susseguirsi di paesaggi e ambienti naturali diversi, dominati dalla terra rossa in contrasto con il cielo ed il bianco assoluto del lago salato di Gairdner.
I Gawler Ranges sono anche uno dei pochi posti in Australia in cui si possono avvistare tre diverse specie di canguri in grandi branchi. Qui vivono le aquile, i cockatoo rosa, o fairy-wrens (gli scriccioli azzurri), e nel paesaggio si muovono i timidi vombati alla ricerca di cibo, mentre gli opossum pigmei osservano appollaiati su rami che sembrano spettrali nelle notti del sud dell’Australia.
I Ranges sono famosi per gli Organ Pipes, formazioni rocciose disposte ad anfiteatro intorno ad una conca fitta di vegetazione, nati dall'attività vulcanica milioni di anni fa. Seguendo la pista a quattro ruote del parco che porta a Pondanna Outstation, è possibile viaggiare attraverso una natura con un paesaggio in continua evoluzione, che parte dai terreni vulcanici per arrivare ai campi fioriti pieni di colori.
Il Kangaluna Camp, gestito dall’impresa familiare Gawler Ranges Wilderness Safaris, è una istituzione da queste parti. Una struttura ricettiva di grande eleganza formata da tende. Un campo tendato in cui ogni singola sistemazione è poggiata su un basamento di legno che ricorda quello delle palafitte per evitare il contatto a terra e le noie che piccoli animali curiosi potrebbero dare.
Le tende sono dotate di finestre protette da trame antinsetti e dispongono di letti, ventilatori, aria condizionata, doccia, acqua calda in pieno bush dove teoricamente dovrebbe mancare qualsiasi cosa.
L'ambiente boschivo da cui è circondato il campo ospita ancora i tracciati seguiti dagli animali per i loro spostamenti ed è “frequentato” da un centinaio di specie di uccelli. Tutto a Kangaluna Camp è costruito con materiali riciclati, anche l’arredamento interno delle tende dal piacevole aspetto rustico.
Info:

www.it.southaustralia.com

 


Le altre notizie

Crociera tra le isole Whithsunday

Le “rughe” del Gawler Ranges Park

Kangaroo Island: non solo canguri

 

 

 

 

Alberghi

Benessere

Lo sapevate che . . .

Parchi

Personaggi

 

Ristoranti

 

Nessun record restituito.
 

Chi siamo

Contattaci

Email

Immagini

 

 

Aeroporti italiani

Agriturismi

Compagnie Aeree

Giochi on line gratis

Governo Italiano

Il Mondo in un clik

La terra dal cielo

L'Italia da vedere

Lotto

Mappe

Meteo

Metropolitane d'Italia

Metropolitane Europee

Motori di ricerca italiani

Motori di ricerca nel mondo

Musica da ascoltare

Orari ferroviari

Oroscopo

Programmi TV

Quotidiani in rete

Sisal

Tabelle alimenti

Tour Operator

Traghetti

Trivago

Turismo

Turismo in Internet

 
 
Copyright 2007 - Cosasifa.it | p.i. : 02252460163

design & creations in Blue line by Pk-web